Lo smarrimento della società

La banda dei brocchi e Circolo chiuso, rispettivamente scritti nel 2001 e nel 2004, sono entrambi ambientati in Inghilterra: il primo durante gli anni Settanta, il secondo negli anni Novanta.

La banda dei brocchi racconta di un gruppo di amici che frequenta un liceo elitario a Birmingham. Nel pieno della loro adolescenza i ragazzi pensano al loro futuro e alle loro ambizioni: c’è chi è attratto dai romanzi, chi dalla musica, chi dal giornalismo; sviluppano le proprie idee politiche; nel frattempo nascono i primi amori. Ai normali turbamenti adolescenziali si aggiungono, però, problemi legati al contesto politico e sociale caratterizzato da eventi storici che influenzano le vite dei personaggi: il razzismo, gli attentati dell’IRA e le lotte sindacali.

Lois, la sorella di Benjamin (il protagonista del libro), rimane sotto shock dopo un attentato dell’IRA in un pub in cui muore il suo fidanzato. La sorella di Claire, Miriam, scompare misteriosamente dopo aver avuto una relazione con il padre di Doug, altro ragazzo amico di Benjamin.

Gli adulti, che dovrebbero essere presi come punti di riferimento, vivono nell’ipocrisia, si sentono oppressi dal lavoro e da una società in cui nessuno sembra rispecchiarsi completamente.

Nonostante la volontà di distaccarsi da ciò che si considera sbagliato e superficiale, dopo aver vissuto esperienze drammatiche in prima persona, i personaggi si ritrovano adulti nel “Circolo chiuso” con le stesse paure e le stesse incertezze. Benjamin non è riuscito a diventare uno scrittore come sognava, ma è ossessionato dal vecchio amore adolescenziale e non riesce ad andare avanti con la sua vita; Claire vuole assolutamente scoprire cosa è successo alla sorella e inizia un’indagine che le procurerà molte sofferenze; Paul, il fratello di Benjamin, è divenuto deputato del partito laburista ed è alle prese con una relazione extraconiugale con quella che si scoprirà essere sua nipote; Doug è l’unico che è rimasto fedele ai suoi principi di sinistra e che ha avuto soddisfazioni in ambito giornalistico. Peccato, però, che queste soddisfazioni gli saranno presto tolte. Difatti, la società non è interessata più ai veri valori, ma vive in un’atmosfera di superficialità e disinteresse politico: siamo durante il governo della sinistra liberista di Tony Blair e le chiusure delle fabbriche, con conseguente licenziamento dei lavoratori, sono considerate meno importanti della vendita del cioccolato britannico negli altri Paesi europei.

Una società che non riesce a trovare se stessa, la perdita dei valori morali e un crescente egoismo sono i temi dei due libri di Jonathan Coe: problemi, invero, a noi sempre più vicini.

MARIA GUERRIERI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...