Ai fornelli con Mauro

Salve a tutti lettori! Dopo il meraviglioso periodo di
Natale, durante il quale la nonna ci dà dentro con
pastella e fritto misto e lo zio ti riempie casa con
pandori e torroni, si ritorna piano piano alla vita
frenetica di tutti i giorni, sommersi dalla routine e dai
mille impegni. Questa volta voglio proporvi una ricetta
che ho provato in un mio soggiorno durante le vacanze
natalizie: ospitato dalla famosissima attrice Maria
Trenta nella sua casa di montagna in Umbria, ho potuto
assaggiare uno tra i piatti forti del ricettario della
mamma, l’eccellente cuoca Arianna Pezzulli. Il piatto
in questione è un gâteau di patate. Ecco a voi la ricetta!
Ingredienti:
 Patate
 Prosciutto cotto in fette
 Mozzarella
 Tartufo
Non indico le dosi precise in quanto queste variano a
seconda del recipiente in cui cuocete il tutto. Quindi
non andate nel panico: dovendolo fare a strati, andare
ad occhio sarà facilissimo.
Procedimento:
Per prima cosa prelessiamo leggermente le
patate, in modo che non risultino troppo dure dopo la
cottura. Io consiglio di inciderle su un lato e metterle
per massimo 8-9 minuti in acqua bollente. Una volta
raffreddate, tagliatele a fettine di medio spessore.
Intanto tagliate le fettine di mozzarella e fatele
leggermente scolare dal loro liquido in uno scolapasta.
Procediamo quindi prendendo una teglia e iniziando a
formare gli strati del nostro gâteau: patate, prosciutto
cotto, mozzarella e infine qualche scaglia di tartufo.
Non abbondate troppo a causa del suo forte sapore, ma
non siate nemmeno avidi. Una volta che avremo
sovrapposto i nostri strati (regolatevi a seconda
dell’altezza e della teglia), chiudete il gâteau con un
ultimo strato di patate. Quindi potrete infornarlo in
forno preriscaldato a 180 gradi per una ventina di
minuti, controllando la cottura di tanto in tanto.
Qualora, dopo questo tempo, vi accorgiate che l’ultimo
strato di patate risulta ancora bianco, potete lasciarlo
ancora un po’, fino a che non risulterà dorato. Una volta
cotto sfornate e servite (magari non bollente!).
Spero che questa ricetta sia stata di vostro gradimento
e, in tal caso, ringraziamo tutti Arianna per avermela
fatta assaggiare.
Ciao cari lettori!
MAURO RENZETTI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...