Dark Souls: la fine di una storia di amore e odio

Darksouls, per i fortunati che non lo conoscono vi dico che è il titolo di punta della casa di sviluppo Fromsoftware, ideato da Hidetaka Myiazaki, il gioco è ambientato in un oscuro mondo in stile medioevale pieno di strani mostri e pazzi furiosi doveil fuoco è ciò che distingue gli esseri inanimati da quelli senzienti e che gli dà forza, ma sfortunatamente il fuoco si sta esaurendo perciò il nostro compito è salvare tutto ciò oppure gettarlo in una profonda oscurità.

Ultimamente questo titolo ha subito un calo del 95% dell’utenza dopo l’uscita della versione remastered per PS4 che ha deluso tutti i fan in generale: i neofiti (abituati a giochi decenti) sono rimasti disgustati dagli enormi difetti tecnici e bug del gioco,oramai non più accettabili nel 2018, e dalla trama frammentata e oscura (che costringe il giocatore a farsi delle fiction mentali della durata di ore per integrare i buchi di trama).

Invece i giocatori più esperti e navigati di questo gioco,abituati ad una trama frammentaria che però difendono a spada tratta,non hanno apprezzato il fatto che la Remastered non abbia aggiunto nulla di nuovo al titolo originale uscito nel 2011, perché essa consiste nella trasposizione per PS4 del titolo tale e quale a come era in passato

 Darksouls possedeva delle caratteristiche che avrebbero potuto renderlo perfetto ma queste non sono state ampliate, come i personaggi: enigmatici,descritti dall’arena e dalla musica della battaglia oltre che dalle loro armi e dalle loro anime, ma che iniziano e finiscono là nella polvere, senza che si sappia troppo su di loro ma capaci di suscitare forti emozioni come paura,ansia e frustrazione ma anche rispetto,ammirazione e compassione(senza dimenticarci della soddisfazione per la loro sconfitta). Gli sviluppatori non hanno osato innovare il gioco per paura di perdere il bigliettone del giocatore accanito che mandava avanti la baracca,la loro paura e lo scorrere del tempo hanno tarpato le ali ad un gioco con grandi pregi.

 Personalmente la cosa più significativa che ha sempre fatto riflettere su questo gioco è la trama stessa,questa come dicono i fan più accaniti: “non ti viene urlata in faccia ma è da scoprire tramite ore di esplorazione” cioè che i personaggi (molto utili devo dire) non interagiscono in maniera diretta con il giocatore,ma il povero malcapitato si deve prendere la briga di raccogliere tonnellate di oggetti per avere un quadro minimo della trama che poi va inevitabilmente ampliata, come ho detto prima, con ore di fiction mentali o video su youtube.

Questo sistema può essere una lama a doppio taglio: gli sviluppatori possono  aver elaborato una trama per incuriosire il giocatore e convincerlo a saperne di più e quindi ad esplorare il gioco,oppure la loro può semplicemente essere negligenza o  incapacità nel gestire i personaggi e il contesto in generale. Tutto ciò mi ha portato a riflettere su un tema: è meglio un prodotto con una trama che ti crei personalmente a partire da pochi incipit oppure un prodotto la cui trama sia spettacolare e coinvolgente ma merito interamente dalla mente e della creatività dell’autore? Sarebbe come scegliere tra un libro in bianco che tu devi scrivere oppure un libro dalla trama mozzafiato. La risposta si trova nel mezzo perché un’opera degna di tale nome dovrebbe avere una solida base narrativa che però lascia spazio anche ad una interpretazione personale e soggettiva del fruitore che però ha un’idea chiara del contesto generale e può fare degli approfondimenti logici anche se soggettivi.

Fortunatamente il calo dell’utenza può essere considerato un buon segno poiché può significare una crescita del videogiocatore,che non punta più solamente sul dettaglio grafico ma anche su una trama degna di questo nome che gli lasci qualcosa dopo aver giocato.

RICCARDO GALIE’

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...