Ai fornelli con Mauro

Questo mese voglio presentarvi una ricetta gustosissima e fresca, che mi riporta alla mente un incantevole viaggio che feci diversi mesi fa lungo
la costiera amalfitana in compagnia di mio padre:

linguine cozze, limone e pecorino! L’ho provata mentre ero su una barca del 1914, della quale mio padre era capitano, sorseggiando dell’ott imo Gewürztraminer. Dire che mi sono sentito un vero

vip è dir poco. Comunque, ciò che più ho apprezzato del piatto è stato il sapore pungente ma allo stesso tempo dolce che il limone e le cozze, con quella giusta spolverata di pecorino grattugiato, hanno saputo dare. Gli ingredienti che servono sono pochi e la ricetta è veramente facile da preparare. Vediamo insieme come cucinarla!

Ingredienti per 4 persone:
– 350 g di pasta (io ho usato le linguine, ma anche i paccheri potrebbero essere un’ottima soluzione)
– 1 kg di cozze
– 2 limoni non trattati
– olio EVO q.b.
– sale q.b.
– prezzemolo
– pecorino per condire

Procedimento:
Pulite le cozze, lavatele e mettetele in una padella abbastanza larga; copritele con un coperchio e lasciate che si aprano le valve cuocendole a fiamma viva. Dopodiché aspettate che si freddino ed eliminate i 2/3 circa delle conchiglie: sarebbe brutto trovare nel piatto una gran quantità di valve che nasconderebbero la bellezza e la semplicità del piatto stesso. Intanto spremete il succo dei due limoni e ponete sul fuoco una

pila per l’acqua.
Rimettete quindi le cozze in una padella con l’olio (2/3 cucchiai) e soffriggete per alcuni minuti a fiamma bassa.Versate poi nella padella il succo dei due limoni e qualche ricciolo di scorza (solo la parte gialla). Lasciate insaporire facendo cuocere il tutto a fiamma bassa almeno per 5 minuti. Quando il nostro condimento sarà quasi pronto, salate l’acqua e buttate la pasta. Vi consiglio di non abbondare con il sale perché la ricetta di per sé è già abbastanza saporita. Una volta cotta, scolate la pasta e versatela nella padella con le cozze e il condimento di limone per mantecare il tutto con una spolverata di pecorino. Mi raccomando: durante la mantecatura mantenete la fiamma bassa! Infine impiattate il tutto con una spruzzata di prezzemolo tritato e ancora qualche ricciolo di scorza. Oltre ad essere un piatto fantastico, potrete fare un’ottima figura ad una cena tra amici o ad un pranzo di famiglia. Vi consiglio di accompagnare il piatto con un calice di Gewürztraminer (così come l’ho provato io) o anche con una bottiglia di Aragosta sardo, vino più frizzante e dal gusto secco e delicato.
Alla prossima!

MAURO RENZETTI

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...