I pomeriggi di maggio

Ti guardo andare via

in un pomeriggio  di maggio.

Mese crudele. Sei bellissima.

Sulle mie labbra libri libera,

il ricordo del tuo sorriso

svanisce in un lampo.

Come un pomeriggio  di maggio.

Anamnesi di te. Vorrei poterti

chiamare ancora, ma il tuo nome

non mi appartiene più.

Vorrei poterti ancora aspettare, in

un pomeriggio  di maggio. Invano.

Ma oramai il mio cuore mi porta

lontano, in naufragi su lidi lontani

in altri tristi pomeriggi di maggio.

Dimmi,  o barchetta, sublime amica

che alla deriva mi porti, dimmi:

dove cadono i pomeriggi di maggio?

Big B.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...