E se…?

Quando eravamo piccoli la frase “e se…?” non esisteva realmente, perché eravamo abituati a fare ciò che ci suggeriva l’istinto, per quanto pericoloso  potesse essere.

Volevamo volare? Salivamo le scale fino al quarto gradino e saltavamo così da sentire, anche se solo per pochi interminabili attimi, il vuoto sotto i nostri piedi, una leggera brezza sul viso e la sensazione di essere invincibili… fino a quando non eravamo di nuovo a terra,con lo sguardo vivo, un pizzico di luce negli occhi ed un sorriso selvaggio sulle  labbra.

E se cadevamo, ridevamo e ridevamo con le gambe all’aria, perché sapevamo che volare era più importante di tutti i rischi e di tutte le paure da affrontare, perché sapevamo nel profondo del nostro cuore che ne valeva la pena.

Eppure  ora fare una cosa del genere ci sembra così inutile e infantile.

Ora prima del salto ci chiederemmo “e se cado?”.

Ma ricordatevi  che quando  eravamo bambini  era “io posso volare”.

LOVER OF WORDS

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...