Apologia dei crackers

La vita di un cracker inizia dalle sconfinate distese di grano su cui batte un sole vigoroso e attraverso le cui spighe spira un vento leggiadro ricolmo di vitalità. Grano che, facente parte del grande cerchio della vita, sarà poi convertito in farina, candida come la neve d’Antartide; farina che a sua volta verrà magistralmente aggiunta all’acqua cristallina di un ruscello impetuoso. Tutto qui: non c’è un vero segreto per quanto riguarda la realizzazione di questi piccoli rettangolini di cielo. Pare quasi impossibile che da una ricetta così semplice possano avere origine tali biscotti, tanto più frugali, quanto più paradisiaci. I crackers infatti non sono riducibili alla mera descrizione di “biscotti composti da farina e acqua con i buchetti”, poiché tale eterea forma di nutrimento non è semplicemente una varietà di pane tra le più sobrie, no, è molto di più. Innanzitutto per ciò che concerne la loro enorme utilità, per non parlare di una funzione pressoché necessaria, essi sono la prova palese di come la storia sia progresso: la qualità del nostro presente è nettamente migliore rispetto a quella del ben più oscuro passato dove regnava sovrana la loro assenza. Che si fottessero tutti quegli pseudofilosofi dell’universo come ciclo e il loro fallace uroboro! Non può esistere un’era migliore della nostra! Che restino condannate tali dottrine, a meno che non dicano finalmente che questo tanto declamato stato di beatitudine sottintende la presenza di quei buchi circondati da gioia sotto forma di pane (anche se non mi pare che nei suoi scritti Rousseau abbia mai accennato a qualcosa che potesse vagamente assomigliare a un cracker…).

Complici contro le intemperie della vita, fedeli sia in fortuna che in malasorte, questi biscotti, assai diversi dalle gallette (perché si sa che alla parola galletta è associabile solo qualcosa di negativo), rappresentano l’unica vera strada per l’atarassia. Essi sono i fazzoletti metaforici delle nostre lacrime interiori.

Per tutti questi validi motivi, poca differenza fa l’essere semplice o al pomodoro, costosi o di una sottomarca di una sottomarca: qualsiasi sia la vostra natura, Crackers, grazie di esistere.

MANON LA SPADA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...