TourismA – Alla (ri)scoperta dell’archeologia

L’interesse verso un turismo più responsabile è in netta crescita, ma c’è ancora tanta strada da fare e un cambio di mentalità deve necessariamente coinvolgere tutti, nessuno escluso. Le misure e i fondi stanziati dall’Unione Europea (Europa 2020) vanno in tale direzione e possono senz’altro aiutare a spianare questa strada

Il 2017 è stato individuato dall’ONU come anno internazionale del turismo sostenibile. Questa scelta è stata maturata il 4 dicembre 2015, quando è stata adottata la risoluzione che riconosceva “l’importanza del turismo internazionale, e in particolare la designazione di un Anno internazionale del turismo sostenibile per lo sviluppo, nel promuovere il tema fra il maggior numero di persone possibile, nel diffondere consapevolezza della grande patrimonio delle varie civiltà e nel portare al riguardo un miglior apprezzamento di valori intrinsechi delle diverse culture, contribuendo così al rafforzamento della pace nel mondo”.

Il Salone Internazionale dell’Archeologia (TourismA) si è svolto nell’ambito di tale anno internazionale del turismo sostenibile, dal 17 al 19 febbraio nel centralissimo Palacongressi di Firenze, organizzato da Archeologia Viva (Giunti Editore) in collaborazione con Firenze Fiera. La terza edizione di TourismA ha confermato l’interesse del travel trade, e si è già affermato come il più importante evento in Europa dedicato alla comunicazione e promozione dei beni culturali, e alla valorizzazione del patrimonio, tant’è che dalla prossima si chiamerà Salone dell’Archeologia e del Turismo Culturale, a sottolineare un ruolo ormai indiscusso in un settore così importante e strategico per la formazione delle nuove generazioni e per uno sviluppo economico impostato su quanto di meglio l’Italia può offrire al mondo contemporaneo, con gli sterminati giacimenti della sua stratificazione storica. TourismA 2017 ha proposto un programma intensissimo, distribuito in cinque diverse sale congressuali, dove ognuno ha potuto ricavarsi lo spazio più vicino ai propri interessi. Le cifre parlano da sole: in tre giorni sono circa trenta convegni con duecentocinquanta relatori, più sette archeolaboratori e un centinaio di espositori, fra i quali quest’anno è stata forte la presenza straniera: Egitto, Cipro, Algeria, Croazia, Giordania, Turchia, oltre alla Grecia che interviene con il suo ministro della Cultura per sostenere la causa della riunificazione dei Marmi del Partenone. Un evento nell’evento è costituito dalla camera sepolcrale di Tutankhamon, ricostruita in copia perfetta con criteri di assoluta scientificità. Sempre nel salone espositivo si può ammirare il meraviglioso Apoxyomenos, l’ “atleta che si deterge”, anche questo nella fedele copia in bronzo inviata dal governo croato e dal Museo di Lussino, dove si trova l’originale, come messaggero di bellezza e di pace.

Ospite d’onore di TourismA 2017, con la spettacolare ricostruzione in scala 1:1 della tomba di Tutankhamon (visitabile), è stato l’Egitto. Nell’ambito del piano per il rilancio della destinazione turistica, l’Ente del Turismo Egiziano (ETA) è stato presente con uno stand che ha ospitato otto operatori italiani specializzati in questa meta turistica. Inoltre, il convegno “Omaggio a Tutankhamon”, che si è svolto venerdì 17 febbraio presso l’Auditorium del Palazzo dei Congressi (1.200 posti), ha visto intervenire egittologi di chiara fama e il famoso archeologo egiziano Zahi Hawass con le “Ultime notizie dalla tomba del faraone bambino”.

L’area espositiva di TourismA 2017 ha ospitato, inoltre, l’Ente Nazionale per il Turismo di Cipro, l’Ente Turismo Giordania, l’Algeria con il tour operator Unitour e la Croazia che è stato presente con il Muzej Apoksiomena di Lussino.

Tra le novità dedicate agli operatori del turismo culturale e archeologico, la prima conferenza “Turismo archeologico. Opportunità per operatori e destinazioni” a cura di CISET – Centro Internazionale Studi Economia del Turismo; le nuove proposte del turismo culturale in Algeria, Egitto e Giordania presentate da enti del turismo e tour operator nella Rassegna “Viaggi di Cultura e Archeologia” e tutte le novità dell’editoria archeologica e le guide di viaggio d’autore di Polaris Editore.

Si è parlato molto di turismo digitale, storytelling e social media per la comunicazione dei beni culturali con il convegno e workshop sugli Archeosocial con “Izi.TRAVEL”, la piattaforma di guide multimediali che ha lanciato un innovativo modo di visitare città, musei e le loro storie in maniera aperta, globale e gratuita, una via di mezzo tra Facebook e Wikipedia, che è stato al centro del convegno “Digital Storytelling”.

L’Italia è stata rappresentata da numerosi enti e istituzioni museali: di Firenze, della Sardegna, del Veneto con la Fondazione Ligabue di Venezia, del Friuli Venezia Giulia con Fondazione Aquileia, dell’Emilia Romagna con la Fondazione RavennAntica, della Campania con il Museo Nazionale di Napoli; la Sicilia era presente con il Parco archeologico della Valle dei Templi di Agrigento, il Distretto Turistico degli Iblei di Ragusa e il villaggio turistico Hotel Punta Spalmatore di Ustica.

Fra gli eventi inseriti nel programma di TourismA 2017 segnaliamo: un grande convegno nazionale dedicato ai Longobardi in Italia di Italia Langobardorum, l’Associazione che promuove i monumenti longobardi riconosciuti dall’UNESCO, da Brescia a Cividale del Friuli, da Benevento a Spoleto; un incredibile santuario megalitico in Valcamonica, “sconvolgenti” novità sui sacrifici praticati dagli Etruschi, la battaglia di Teutoburgo con Valerio M. Manfredi, la Gioconda con Alberto Angela, il Medioevo di Dante con Franco Cardini, gli scavi in corso a Pompei presentati da Massimo Osanna, le missioni italiane all’estero, i capolavori del cinema di archeologia. E poi stand, allestimenti, archeologia sperimentale e un vasto spazio per i laboratori didattici.

L’archeologia è una disciplina sociale, che svela il passato per restituirlo alla comunità.

 CHIARA MARTINA PAPA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...