Cosa desidereresti alla mezzanotte?

“Cosa desidereresti alla mezzanotte, se si esaudisse qualunque cosa?” Chad serrò le labbra in un’espressione concentrata. Bess provò ad immaginare tutti quei desideri che gli frullavano nella mente rendendolo così indeciso, e ad un tratto si ritrovò a volerli realizzare tutti.

“Chiederei di rivederti”.

Lo aveva detto come se fosse la cosa più naturale del mondo, come se avesse espresso un’opinione sul tempo o sull’ultimo numero del suo giornale preferito. Lo aveva detto come se lo avesse sempre fatto e, soprattutto, come se lo avesse sempre potuto fare in futuro. Bess sentì quasi una lama di ferro perforarle lo stomaco, facendola sanguinare e mozzandole il respiro. Lo guardava profondamente, scattando fotografie con gli occhi marroni nocciola, e a Bess sembrò quasi essersi ubriacata dei suoi occhi verdi, dei suoi capelli mori e ricci e della fossetta sulla guancia destra. Ubriaca della sua risata, delle sue barzellette e della sua quotidianità. Ubriaca del suo caffè delle sette e mezza e della sua chitarra accanto al letto. Ubriaca dei suoi baci, del suo profumo e dei suoi “Resta con me”. Ubriaca d’amore.

“Sai che non posso” Chad fece spallucce.

“Ciò non toglie che, se potessi, ti rivedrei.”

ALESSANDRA CASCIELLO

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...