Editoriali dei direttori (dicembre 2016)

È quasi Natale. Micheal Bublè e Mariah Carey escono dall’annuale letargo per invadere i nostri sterei, la gente compra lucine su lucine nemmeno dovesse comunicare col “sottosopra” dell’inflazionatissimo Stranger Things e si riaccende la violentissima faida tra sostenitori del panettone e del pandoro, una roba di una violenza che nemmeno Ivan il terribile, celebre ultras, saprebbe scatenarsi di più. Sopra ogni cosa, tuttavia, in questo periodo di vacanze che è oramai più che prossimo, è sana consuetudine operare una riflessione sull’anno appena trascorso, denso di eventi come sempre, talmente tanti che a ripercorrerli vien da dire “ah, ma è successo quest’anno”. Si pensi che, purtroppo, il 2016 è stato costellato di eventi terribili, che si parli di attentati o catastrofi naturali che hanno messo in ginocchio regioni e Paesi interi, senza però dimenticarci di tutto il bello che è capitato: ben due referendum, in cui il popolo italiano ha avuto l’occasione di esercitare quel bellissimo diritto qual è quello del voto, la fisica italiana Fabiola Giannotti che diviene direttrice del CERN, la ratificazione degli Accordi di Parigi e i successi della sonda New Horizons che ha effettuato il fly-by di Plutone.

In breve, come poter definire in una parola questi 366 giorni che ci apprestiamo a lasciarci alle spalle? Non credo sia possibile, e comunque sarebbe assai riduttivo. Ogni evento che ha caratterizzato quest’anno è come il tassello di un mosaico, che da solo non ha senso, ma lo acquista una volta inserito nel tutto. E anche questo mosaico non è nient’altro che parte di uno più grande, che potremo osservare e valutare solo una volta completato dall’artista, che è l’umanità, perciò noi stessi.

Ma ora ho davvero finito con le ciance e non mi resta che augurarvi una buona lettura di questo secondo numero de La Lucciolae delle buone feste. Ci si rivede a gennaio.

FRANCESCO PASSARETTI

________________________________________________________________________________________________

«È inutile e dannoso scandagliare i mari del se»

Così sentenziava un uomo sapiente, come ci riporta Senofonte nel suo saggio più celebre; e se magari il termine “dannoso” può sembrare a noi moderni fin troppo forte, o addirittura fuori luogo – d’altronde proprio da questi “scandagliamenti” sono nati dei veri e propri capolavori della fantascienza – è pur vero che l’inutilità di tali scandagliamenti è manifesta: cosa sarebbe successo se Annibale fosse riuscito a conquistare Roma? Cosa sarebbe successo se il nostro (BEL!) direttore Alessandro Vigezzi avesse mantenuto le redini del nostro giornale? E cosa sarebbe mai successo se al referendum del 4 dicembre avesse vinto il SÌ?

Chi lo sa. Magari le cose sarebbero andate meglio; o magari no, chi può dirlo. Magari sarebbero andate peggio (tranne che nel secondo esempio, ovviamente), ma, alla fin fine, chi se ne importa! La cosa davvero importante è che se state leggendo queste poche righe vuol dire che avete fra le mani una copia del secondo numero de La Lucciola di quest’anno, e di conseguenza significa che noi, questo secondo numero, siamo riusciti non solo a comporlo nonostante le mille avversità (che spaziano da temibilissimi compiti di greco a malattie la cui stessa esistenza era presunta solo dai più fantasiosi scrittori del primo Novecento, tipo la Febbre Gialla della Cinciallegra Canterina o le Contrazioni Spasmodiche dell’Anguilla Nera), ma a farlo in tempo di record, riuscendo a far arrivare questo pezzo di carta intriso – oltre che di inchiostro – del nostro sangue e del nostro sudore nelle vostre classi prima delle vacanze di Natale; e scusate se è poco.

Dunque a me non rimane che augurarvi buona lettura e, ovviamente, buone Feste!

DAVIDE RUBINETTI

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...